Il Regolamento del Palio

PREMESSA:

Il Palio dei Borghi Venariese è una gara di tiro dell’Asino condotta da fantini a piedi, che si svolge nella Piazza Annunziata di Venaria Reale. Lo scopo primario è quello di far gareggiare i diversi rioni della Città chiamati Borghi per una sana e divertente competizione con grande attenzione a non maltrattare gli animali, ecco perché si conducono a piedi durante tutto il percorso.

REGOLAMENTO

1. La Gara si svolge tra i 13 Borghi Venariese che sono: Centro Storico - La Mandria - Polo Nord - Siberia- Trucco - Altessano - San Marchese - Porto - La Rigola - San Giuseppe - Colomba - Savonera e Gallo.

2. Per motivi di organizzazione ogni anno la gara si svolge con dodici Borghi che vengono sorteggiati. Ogni anno ne viene escluso uno.

3. Ogni Borgo viene assegnato ad uno sponsor che a sua volta la mattina della gara, non appena sono arrivati gli asini vengono numerati e poi sorteggiati e da quel momento affidati al responsabile del Borgo. 

4. Il responsabile del Borgo è tenuto a far rispettare il regolamento ai Fantini a cui affiderà l’asino per lo svolgimento del Palio.

5. Gli animali non devono essere assolutamente maltrattati. Durante il percorso della sfilata del mattino non potranno fare le prove di corsa pena l’esclusione dalla gara.

6. Durante la pausa di mezzo giorno sarà cura del Comitato Organizzatore dargli da mangiare e bere, i fantini non potranno avvicinarsi agli animali pena la squalifica.

7. Dopo la consegna dell’animale assegnato ai Fantini per lo svolgimento della gara, è assolutamente vietato picchiare, pungere o dare delle sostanze da ingerire di qualsiasi genere, anche innocuo per gli animali, pena la squalifica, i fantini presi in flagranza non potranno mai più partecipare al Palio.

8. Il ritrovo dei fantini e dei responsabili dei Borghi è fissato alle ore 9,30 della Domenica dello svolgimento del Palio, dopo la vestizione dei Fantini, si sorteggeranno e verranno affidati gli asini che da quel momento non potranno più essere cambiati. Seguirà passeggiata per le vie della Città.

9. Alle ore 14,00 tutti i Fantini dovranno essere di nuovo presenti perché gli verrà affidato l’asino per la gara. E’ assolutamente obbligatorio che tutti i Fantini abbiano cura dei vestiti loro assegnati.

10. I Fantini possono essere di ambo i sessi ed di età minima di sedici anni compiuti, purché il Responsabile del Borgo sia una persona maggiorenne.

11. Il Comitato nominerà ad inizio gara dei Commissari di percorso che saranno dislocati nei punti dove la Giuria nominata dallo stesso riterrà opportuno.

12. La Giuria sarà formata minimo da tre componenti con un presidente, comunque sempre in numero dispari. La Giuria avrà libera e insindacabile facoltà decisionale. Saranno istallate delle telecamere dove la Giuria riterrà opportuno, nel percorso e all’arrivo, in caso di contestazioni, questi saranno gli unici supporti elettronici che saranno visionati, per emettere l’ordine di arrivo.

13. La gara sarà preceduta da un giro dimostrativo con tutti i fantini e gli asini.

14. Qualificazione per la formazione delle batterie: saranno tre, formate da quattro Borghi ciascuna. Si faranno solo due giri con cambio del Fantino con tutti i dodici Borghi, i primi tre saranno le teste di serie delle tre batterie.

15. Ogni batteria formata da quattro Borghi percorrerà tre giri con cambio obbligatorio del Fantino, si qualificheranno per la finalissima i primi due ASINI di ogni batteria.

16. La Finalissima si disputerà tra i sei Borghi qualificati nelle batterie.

17. Il cambio del fantino deve avvenire dopo un giro del percorso, l’asino dovrà trovarsi con tutto il corpo all’interno dello spazio delimitato da due righe. Il cambio al di fuori di tale spazio comporterà la penalizzazione del Borgo.

18. Se l’asino per qualsiasi motivo dovesse perdere il fantino e arrivare da solo nei limiti tracciati per il cambio o al traguardo, il risultato sarà ritenuto valido. Il Palio è degli asini e non dei Fantini.

19. A gara iniziata, se per gravi motivi un Borgo si trovasse privo di un Fantino, la Giuria può autorizzare i due restanti a fare più di un giro, comunque non consecutivo.

20. Il Comitato fornirà ad ogni fantino un numero corrispondente al giro che effettuerà, e lo dovrà consegnare al momento del cambio al Commissario responsabile del Borgo.

21. La Gara potrà essere interrotta in qualsiasi momento per cause di forza maggiore ad insindacabile giudizio della Giuria. La gara sarà ritenuta valida se al momento dell’interruzione almeno due ASINI avranno superato il traguardo, in caso contrario verrà ripetuta la batteria o la Finalissima.

22. I Fantini sono responsabili dell’animale durante il giro che stanno percorrendo, non possono picchiare o malmenare o fare degli sgarbi di qualsiasi genere, anche se questi saranno fatti da altre persone ritenute vicini o amici dei fantini del Borgo, a insindacabile giudizio della Giuria saranno squalificati dalla Manifestazione.

23. Il presente regolamento dovrà essere firmato da tutti i Fantini partecipanti alla gara.

24. Qualora per motivi vari gli animali dovessero subire maltrattamenti da parte dei Fantini o da parte del responsabile del Borgo o che questi non si attenga al presente regolamento il Comitato Organizzatore si riserva di ricorrere a eventuali vie Legali .

 

Venaria Reale 6 Maggio 2006

 

 Il Comitato

Documentazione tecnica del palio e legislazione vigente (files PDF)